Trekking: l’Alta Via dei Parchi

Dal 6 al 9 luglio
Il Gruppo Escursionismo della Polisportiva Dip. Ausl – Circolo Ravone propone nel 2017 le prime tre tappe con il progetto di completare tutto l’itinerario in qualche anno.

L’Alta Via dei Parchi parte da Berceto, nei pressi del Passo della Cisa, in Provincia di Parma, e arriva fino alla rupe della Verna, protesa sul Casentino per poi raggiungere l’eremo sul Monte Carpegna, nel Parco del Sasso Simone e Simoncello.
Un itinerario in 27 tappe attraverso l’Appennino fra l’Emilia-Romagna, la Toscana e le Marche, che tocca ben 10 province (Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, Lucca, Massa Carrara e Pesaro-Urbino): 500 chilometri di salite e discese che uniscono due Parchi nazionali, cinque Parchi regionali e uno interregionale.

Programma:
Giovedì 6 luglio ritrovo ore 15,00 all’Osp. Maggiore; composte le auto partiremo per il Passo del Cerreto dove, ad aspettare, ci sarà il pullman che ci porterà fino all’Ostello della Cisa – mt 950 circa – (a pochi chilometri da Berceto e a 2 km. dal Passo) da dove…
Venerdì 7 luglio partiremo a piedi per la prima tappa (circa 8 h.) che ci porterà fino a Lago Santo Parmense (mt. 1508). Con un dislivello totale di circa 1450 mt. in salita e 850 in discesa percorreremo sentieri fra boschi, praterie e rocce con splendidi panorami sulla Lunigiana ed il Parmense. Saremo ospitati al Rifugio Mariotti.
Tappa molto lunga e dai forti dislivelli. Fino al Monte Valoria il percorso ricalca quella dell’odierna Via Francigena; tutto il tratto in cresta è privo d’acqua e di possibilità di riparo.
Sabato 8 luglio Dal Mariotti a Prato Spilla (mt. 1350) – Dislivello totale in salita mt. 1480 ed in discesa mt. 1640. Tempo: 8,30 ore. Il sentiero si mantiene a lungo in cresta.
Tappa molto bella ma impegnativa, che percorre con interminabili saliscendi e vedute spettacolari il cosiddetto “crinale dei laghi”. L’ambiente delle creste e delle praterie d’alta quota è magnifico e solitario, punteggiato dai laghetti che occupano gli avvallamenti lasciati da antichi ghiacciai.
Domenica 9 luglio da Prato Spilla in 7,30 ore a Passo del Cerreto (mt. 1261). Dislivello totale in salita 1480 mt. ed in discesa 1400. Al passo ritroveremo le auto che abbiamo lasciato 3 giorni prima. Rientro a Bologna in tarda serata.
Giornata faticosa, anche perché si sente la stanchezza accumulata nei giorni precedenti; dal punto di vista ambientale è però una delle più belle di tutto il percorso.

Le iscrizioni sono già aperte: numero max partecipanti 16

Pubblicato in Escursionismo

Cicloturismo: da Bologna a Cento lungo il fiume Reno

Domenica 21 maggio
da Bologna a Cento lungo il fiume Reno
Partenza dall’ Ospedale Maggiore in Largo Nigrisoli alle ore 09,00.
Percorrendo strade asfaltate ci dirigiamo verso Trebbo di Reno, Longara, Padulle e Cento.
Nel ritorno passiamo per Pieve di Cento, Castello D’Argile e lungo via Lame a Bologna.
Lunghezza del percorso a/r circa 75km; pranzo al sacco.
Si raccomanda di portare con sé materiale per piccole riparazioni e di rispettare Codice della Strada; di avere bici con freni in ordine, gomme gonfie e casco.

Pubblicato in Cicloturismo

Centro estivo

Anche quest’estate riproponiamo l’ormai collaudatissimo
CENTRO ESTIVO
riservato a bambini dai 3 ai 12 anni
aperto da lunedì 3 luglio a venerdì 1 settembre

presso le Scuole Giorgio Morandi in Via del Beccaccino 27

Un progetto creato appositamente per i nostri figli;
uno spazio a misura di bambino
con un parco giochi in sicurezza;
una palestra per attività ludiche;
operatori qualificati e, in particolare,
orari di apertura flessibili per i turnisti
dalle 7,30 alle 19,00

Le iscrizioni sono già aperte – Segreteria del Circolo tel. 051 6478495 – 051 3172982

Pubblicato in Attività per bambini

Trekking: Appennino romagnolo

Domenica 8 maggio
Programma modificato in base alle previsioni di maltempo nei prossimi giorni che non permettono di promuovere un trekking in sicurezza sugli argillosi calanchi dell’anello di Rio Mescola.
Il trekking alternativo è sempre in Romagna e parte dal parco Carnè, arriva al parco geologico cave di Monticino e, in circa 5h e mezza, ci rivedrà tornare da dove è iniziato. Dislivello: circa 450 mt.
Ritrovo: ore 7,50 parcheggio antistante Pizzeria Smeraldino di Ozzano dell’Emilia.

Alcune notizie in più sulla zona
Incastonato come un gioiello tra i gessi di Rontana e quelli di Castelnuovo, nel Comune di Brisighella, il Centro Visite Ca’ Carnè è uno degli angoli più suggestivi dell’intera collina romagnola.
Il centro è stato istituito nel 1971 ad opera della Provincia di Ravenna e dei Comuni di Faenza e di Brisighella, previo acquisto di un podere abbandonato che si estendeva per 20 ettari di superficie, in parte bosco e in parte a prato derivante da ex coltivi.
L’area è caratterizzata da una morfologia piacevolmente mossa, con affioramenti rocciosi, conche, dossi e doline, e con copertura vegetale varia, che sta riacquistando spontaneamente caratteri di naturalità. Frequenti sono le cavità carsiche che si aprono nell’area per lo più a sviluppo verticale e solo in parte esplorate.
Per quanto riguarda invece il Parco geologico cave di Monticino, il parco si trova a ridosso dell’abitato di Brisighella, nei pressi del colle sovrastato dalla chiesa del Monticino ed il suo territorio fa parte dell’area della Vena del Gesso romagnola, si sviluppa in zona collinare sulle pendici del monte Rontana. E’ stato per circa settant’anni sfruttato da una cava per l’estrazione del gesso, attività che si è interrotta negli anni ’80.

Pubblicato in Escursionismo

Corso di Riequilibrio Posturale Bioenergetico

Il circolo promuove da diversi anni il
corso di Riequilibrio Posturale Bioenergetico
che si tiene tutti i lunedì
presso la palestra del Consultorio Familiare
di Via S. Isaia 94, scala B, piano 1

Da lunedì 8 maggio hai la possibilità di partecipare alla nuova edizione che avrà una durata di 7 incontri (fino a metà giugno) dalle ore 15,30 alle 17,00

Pubblicato in Corsi

Trekking: ultima puntata coast to coast da Assisi a Orvieto

Dal 19 al 23 maggio
Assisi – Todi ed Orvieto

Sotto il profilo tecnico si tratta di un trekking per veri camminatori, che non si spaventano delle lunghe tappe – da un minimo di 21 Km ad un massimo di 28, senza nessuna difficoltà tecnica.

Descrizione:
venerdì 19 maggio – Partenza in treno per Assisi da stazione FS di Bologna nel primo pomeriggio (ritrovo ore 15,00). Saremo ospitati presso- Casa per Ferie Perfetta Letizia in Santa Maria degli Angeli;
sabato 20 maggio – A piedi per una tappa lunga ma quasi tutta pianeggiante. Descrizione guida: “tappa piacevolissima durante la quale attraverseremo trasversalmente la piana spoletana, portandoci dalle pendici del Subasio fino a ridosso dei monti Martani. Si camminerà su sterrate e tranquille stradine di campagna, attraversando piccoli e deliziosi paesi”. Fino a Gualdo Cattaneo in circa 27,5 km.; si dormirà in B&B.
domenica 21 maggio – Da Gualdo Cattano a Todi su tranquille stradine che regalano splendide vedute sulla valle del Tevere. Circa 26,5 Km.. Si dormirà alla Casa per ferie Monastero della Santissima Annunziata.
lunedì 22 maggio – Da Todi a Civitella del Lago e oltre in circa 23 km. Descrizione guida: “tappa molto bella, immersi nella natura. Camminiamo per buona parte su sentieri, in mezzo a fitti boschi e toccando alcuni minuscoli e deliziosi borghi”. Dormiremo fuori Civitella in Agriturismo Il Casanova.
Martedì 23 maggio – Dall’agriturismo ad Orvieto in 21 km. circa lungo una “tappa semplicissima, su sterrate e tranquille stradine, ben ombreggiata e con splendide vedute panoramiche”. In serata rientro a Bologna in treno.

Come vedete i tempi per le iscrizioni sono brevi. Se desiderate ulteriori informazioni contattateci senza esitazioni

Pubblicato in Escursionismo

Cicloturismo: Bologna – Vignola

BOLOGNA – ANZOLA EMILIA – CALCARA –PIUMAZZO – SPILAMBERTO – CASTELVETRO – VIGNOLA

DOMENICA 30 APRILE

Partiamo da Bologna domenica 30 Aprile con ritrovo in Piazza Maggiore alle ore 09,00 e in seguito alla Certosa, ingresso di viale Gandhi, alle ore 09,20.
Su piste ciclabili ci dirigiamo a Casteldebole quindi ad Anzola attraversando, su strada bianca, le scuderie Orsi-Mangelli.
Ad Anzola prendiamo la via Lunga e quindi via Confortino dove possiamo ammirare la torre colombaia della villa Confortino, una delle più originali del bolognese per il doppio ordine di arcate a tutto sesto che la rende così caratteristica. Un breve tratto di “cavedagna” e siamo sulla strada asfaltata diretti a Calcara.
Da qui a Piumazzo (resti del castello dei bolognesi XIII sec) e a Spilamberto la strada è breve e abbiamo percorso circa 38km. A Spilamberto bel centro del paese con castello dei modenesi del XIII sec costruito in contrapposizione a quello bolognese di Piumazzo. Da Spilamberto ripartiamo in direzione di Castelvetro centro caratteristico ricco di castello che possiamo visitare, quindi dopo alcuni saliscendi che rompono la monotonia della campagna sinora attraversata arriviamo a Vignola. Da Vignola ritorno in treno.
Distanza circa 56 km su strade asfaltate e brevi tratti di strada bianca.
Bici proprie.
Pranzo al sacco.
Per il treno occorre un biglietto personale 3,70 euro e un biglietto per la bicicletta 2,5 euro acquistabile anche a Bologna in stazione centrale nella biglietteria Tper.
Raccomandiamo: bici con freni in ordine, gomme gonfie, casco, materiale per piccole riparazioni e rispetto del Codice della Strada.

Pubblicato in Cicloturismo